Come pulire i tuoi braccialetti in argento e in corda?

Pulizia dei bracciali, come fare?

I gioielli sono un accessorio a cui è difficile rinunciare, un dettaglio in grado di stravolgere ogni tipo di look. Ma è importante averne cura a non avere cura per mantenerli al meglio! La pulizia dei bracciali e dei gioielli è fondamentale per mantenere intatta la bellezza dell’accessorio: in particolare i bracciali in argento e in corda richiedono cura e attenzione per rimanere brillanti. Un bel bracciale in argento dovrà restare splendente e uno in corda dovrà essere lavato con regolarità.

In questo articolo vogliamo condividere con te i metodi per pulire i tuoi braccialetti, oltre a suggerimenti specifici su come pulire ciascun tipo di materiale (corda, argento, pelle, oro, cuoio, perline). Ti daremo, inoltre, un’idea degli strumenti utili per la pulizia dei braccialetti!

Come pulire i bracciali in argento 

Per pulire i bracciali in argento ci sono tanti metodi, vediamoli uno per uno!

  • Pulizia dei bracciali in argento con il dentifricio - dotati di uno spazzolino con setole morbide e sfregalo con un po’ di dentifricio sul bracciale. Lascialo per 10 minuti ricoperto di dentifricio e poi risciacqua. Attenzione a non spazzolare con troppo vigore o rischi di graffiare il bracciale;
  • Pulire i bracciali in argento con alluminio e sale - prendi una pentola di alluminio, versa all’interno dell’acqua tiepida e due cucchiaini di sale, mischia e immergi i bracciali all’interno;
  • Pulizia del bracciale in argento con il bicarbonato - immergi in un contenitore pieno d’acqua, 50 grammi di bicarbonato di sodio. Immergi i bracciali e risciacqua dopo qualche minuto;
  • Pulire il bracciale in argento con il succo di limone - versa sul bracciale succo di limone, due cucchiaini di bicarbonato e strofina con un panno di cotone.

Anticamente, un modo per pulire i bracciali in argento era immergere i gioielli - bracciali, anelli e collane - nell’acqua di cottura delle patate. I tuberi, una volta bolliti, producono una sostanza che rimuove le tracce di ossidazione. Come hai potuto leggere, di metodi per pulire e lucidare i bracciali in argento ce ne sono diversi. Ma se i bracciali sono in acciaio? Come si fa a pulirli?

Come pulire i bracciali in acciaio

L’acciaio è uno dei materiali prediletti nel mondo dei gioielli grazie alla sua durata e brillantezza. Tuttavia, come ogni bene prezioso, ha bisogno di cure e attenzioni.

Molte persone si chiedono come mantenere i gioielli in acciaio sempre come nuovi. A questo proposito, infatti, ti proponiamo due soluzioni possibili:

  • Come pulire i bracciali in acciaio ossidati? L'ossidazione dell'acciaio può causare l'annerimento del gioiello, facendogli così perdere lucentezza. Per pulirli bisogna strofinare con un panno morbido e un po’ di aceto alcolico o immergere i gioielli per due ore in un bagno di acqua calda e aceto bianco;
  • Come pulire i bracciali che diventano neri? Questo problema può essere risolto attraverso una pulizia accurata con acqua e sapone, o con soluzioni naturali come aceto bianco e bicarbonato di sodio.

Per quanto riguarda l'acciaio, alcune delle domande più frequenti relative al mantenimento della brillantezza sono le seguenti:

  • L'acciaio inossidabile si rovina con l'acqua? La risposta è no. L’acciaio inossidabile, grazie al cromo contenuto, forma uno strato protettivo che lo rende resistente alla corrosione;
  • L'acciaio inossidabile può annerirsi? Sebbene sia resistente, può mostrare segni di ossidazione. Tuttavia, con una corretta pulizia, può tornare a splendere;
  • Come pulire l'acciaio color oro? Richiede attenzioni simili all'acciaio classico. Per mantenerne la brillantezza, è possibile utilizzare aceto alcolico, aceto bianco o bicarbonato di sodio.

Ovviamente queste considerazioni valgono solo se l’acciaio è vero acciaio e non ferro, in quanto quest’ultimo a contatto con l’acqua si rovina. Ad ogni modo, il concetto più importante da osservare quando si indossano bracciali in argento e in acciaio è quello di evitare di farli entrare in contatto con creme e profumi.

Oltre le due tipologie di materiali più frequentemente indossati, argento e acciaio, ce ne sono altri tipi che ovviamente richiedono una pulizia a parte.

Approfondiamo nel prossimo paragrafo gli altri metodi di pulizia dei bracciali in corda, in pelle, in oro, in cuoio e con le perline.

  • Pulizia dei bracciali in corda

Di solito la corda è fatta di tessuto, cotone, per la maggior parte delle volte. Ciò vuol dire che per mantenere pulita la corda del braccialetto, bisogna utilizzare lo stesso criterio del lavaggio dei tessuti in cotone in generale, quindi utilizzare un sapone delicato o di Marsiglia o uno specifico per colorati. Una volta lavata la corda del bracciale, bisogna farla asciugare naturalmente, possibilmente non esponendola ai raggi UV o a forti fonti di calore.

Se però, come quasi sempre avviene, sulla corda è presente un ciondolo in argento o in acciaio, bisognerebbe separare i due materiali e pulirli in due modi differenti.

L’acciaio a contatto con un sapone aggressivo potrebbe anche rovinarsi, così come la corda - se pulita con dentifricio o bicarbonato - potrebbe perdere il colore e sbiadirsi.

I Braccialetti Aua, per esempio, sono composti da 12 gocce in vetro lavorato a lume, un nodo in argento 925, un disco di chiusura sempre in vetro e filo in poliestere. Tutto è rigorosamente lavorato a mano.

  • Come pulire i braccialetti Aua

Se non sai come pulire il tuo Braccialetto Aua, segui questi consigli! Anzitutto sappi che i Braccialetti Aua possono essere bagnati sia con acqua dolce che salata (quindi non preoccuparti se li porti con te al mare!). Il filo è in poliestere cerato e, a differenza dei comuni fili in cotone o elasticizzati, ha una durata molto più lunga. Per lavare i braccialetti Aua, usa sapone delicato o poco sapone e risciacqua (con poca acqua), poi lascialo asciugare.

  • Pulizia dei bracciali in pelle

I bracciali in pelle richiedono una particolare cura. In generale, la pelle è un materiale molto delicato e che si può rovinare molto facilmente, specialmente se entra in contatto con profumi e creme. Infatti ci sono 3 consigli che bisognerebbe sempre seguire quando si indossano i bracciali in pelle:

  • Evitare che il bracciale in pelle entri in contatto con l’acqua e si inumidisca;
  • Evitare il calore eccessivo, ad esempio durante la notte o mentre ci si allena;
  • Non indossare il bracciale quando devi applicare creme e oli idratanti.

Ma come fare per mantenere i braccialetti in pelle puliti? Scopriamolo.

Il metodo più consigliato è quello di pulire il braccialetto in pelle con un panno inumidito con sapone delicato e con dell’acqua. Il panno non deve essere completamente zuppo, ma appena bagnato. Ecco cosa devi fare per pulire il bracciale in pelle: passa il panno sul bracciale delicatamente e lascia asciugare il cinturino in pelle naturalmente. In alternativa a questo metodo puoi anche pensare di prendere in considerazione prodotti specifici per pulire la pelle, come ad esempio la crema idratante, il latte detergente o la cera d’api. L’importante è usare sempre molta delicatezza durante la pulizia.

  • Pulizia dei bracciali in oro

Sebbene il consiglio per pulire l’oro sia quello di affidarsi a degli esperti, così da non rovinare il materiale, puoi pensare di procedere anche in autonomia, seguendo dei consigli.

La pulizia regolare dei bracciali in oro aiuta a rimuovere lo sporco e gli oli che si accumulano con l'uso quotidiano, preservando la brillantezza e l'integrità del metallo. Esistono panni appositi per pulire l'oro. Questi sono spesso impregnati con soluzioni pulenti e sono ideali per una pulizia veloce ed efficiente. Strofina il bracciale con uno di questi panni fino a quando non ottieni la brillantezza desiderata.

Per conservare il bracciale, ricorda sempre di mantenerlo al sicuro in piccole scatole o bustine di cotone, così che non si graffia a contatto con altri gioielli.

Ecco altri metodi sicuri ed efficaci per pulire i bracciali in oro:

1. Pulizia dei bracciali in oro con acqua tiepida e sapone

Materiali necessari:

  • Acqua tiepida
  • Sapone delicato (tipo sapone per piatti a pH neutro)
  • Un panno morbido o spazzolino a setole morbide
  • Un asciugamano

Procedimento:

Riempire una ciotola con acqua tiepida e aggiungere qualche goccia di sapone. Immergere il bracciale per circa 20-30 minuti. Con un panno morbido o uno spazzolino a setole morbide, strofinare delicatamente il bracciale. Risciacquare con acqua pulita e asciugare con un asciugamano morbido.

2. Pulizia dei bracciali in oro con alcol denaturato:

Materiali necessari:

  • Alcol denaturato
  • Ovatta o panno morbido

Procedimento:

Bagnare un pezzo di ovatta o un panno morbido con alcol denaturato. Strofinare delicatamente il bracciale fino a quando non risplende. Questo metodo è particolarmente efficace per rimuovere macchie ostinate.

  • Pulizia dei bracciali in cuoio

Il cuoio è un materiale naturale, resistente e durevole che, con il passare del tempo, può acquistare una patina unica e distintiva. Tuttavia, essendo poroso, tende ad assorbire sudore, oli e sporco. Ecco come pulire e mantenere i bracciali in cuoio in modo che possano durare a lungo, conservando aspetto e integrità:

Rimozione dello sporco superficiale

Materiali necessari:
Un panno morbido e asciutto

Procedimento:

Passa delicatamente il panno sul bracciale per rimuovere lo sporco e la polvere di superficie. Questa dovrebbe essere la tua routine di pulizia più frequente.

Per una pulizia invece più approfondita:

Materiali necessari:

Acqua tiepida
Sapone delicato (tipo sapone di Marsiglia o sapone per selle)
Un panno morbido o spugna
Asciugamano

Procedimento:

Bagnare leggermente il panno o la spugna con acqua tiepida e aggiungere una piccola quantità di sapone. Strofinare delicatamente il bracciale in cuoio, evitando di bagnarlo eccessivamente. Una volta terminata la pulizia, rimuovere il sapone in eccesso con un panno inumidito con acqua pulita. Asciugare il bracciale con un asciugamano morbido e lasciarlo asciugare completamente all'aria, lontano da fonti dirette di calore o luce solare.

Ricorda che quando non indossi il bracciale, è meglio conservarlo in un luogo fresco e asciutto, lontano dalla luce diretta del sole e da fonti di calore. Questo aiuterà a mantenere la sua forma e a prevenire la perdita di lucentezza o la deformazione.

  • Pulizia dei bracciali con perline

Le perle, a differenza degli altri materiali, richiedono molta attenzione sia in fase di conservazione che di pulizia, infatti non richiedono l’utilizzo di alcool e/o sapone.

Il modo migliore per pulire braccialetti con perline vere è con l’acqua.

Semplicemente, con un panno umido, elimina tutte le impurità o la polvere che può essersi accumulata sull’oggetto. Asciuga bene e preoccupati di conservare il bracciale o la collana in un luogo lontano dal caldo e dal sole forte. Altre raccomandazioni in merito ai braccialetti con perline, riguardano il non utilizzarle in doccia, in piscina e di non farle entrare in contatto con profumi e creme.

Come hai potuto leggere da questo articolo, far ritornare il proprio bracciale in argento, in acciaio, in corda, in pelle o in cuoio alla sua naturale bellezza è possibile: è sufficiente seguire dei procedimenti di pulizia specifici in base ai materiali. In conclusione possiamo però ribadire che per mantenere i propri gioielli in perfetto stato, ciò che fa la differenza è soprattutto il modo in cui li si conserva. A seconda del materiale del bracciale, conservalo sempre nel miglior modo possibile, lontano da raggi UV e fonti di calore.

Last articles

Come pulire i tuoi braccialetti in argento e in corda?

Read more

Dove vedere i mercatini di Natale in Italia?

Read more